mercoledì 8 dicembre 2021
28.08.2012 - REDAZIONE

Camporosso - festa provinciale di S.E.L.: resoconto di una intensa tre giorni

Tante persone, nel fine settimana, hanno preso parte alla seconda festa provinciale di Sinistra Ecologia Libertà, organizzata dal Direttivo Provinciale e dai circoli di Imperia, Sanremo (Ponente) e quello Comprensoriale Intemelio di Ventimiglia. Comunicato Stampa.

Una tre giorni che davvero difficilmente dimenticheremo, non per la fatica, ma per la passione, il calore e lo spirito di volontariato, che hanno animato la seconda festa provinciale di Sinistra Ecologia Libertà, tenutasi a Camporosso, loc. Bigauda, nei giorni di sabato 25 e domenica 26 agosto 2012.

Nella serata di venerdì sera abbiamo proposto una cena, che ha trovato più di cinquanta prenotati, grazie anche alla possibilità di poter offrire un menù alternativo per le persone vegetariane. Dopo la cena, che ha visto la preparazione di gustosissimi piatti, creati da diversi iscritti, come l’insalata russa artigianale e le pesche ripiene fatte in casa, secondo una ricetta tipica piemontese, è stato proposto al pubblico il dibattito “Per uscire dalla crisi serve la sinistra”, ospite per l’occasione, Alfonso Gianni, componente dell’assemblea Nazionale di SEL, il quale, dopo aver compiuto un breve ma importantissimo excursus storico delle varie crisi economiche del ‘900, ha chiarito quali siano le intenzioni che SEL proporrà a livello nazionale a tutti gli amici e compagni degli altri partiti del centrosinistra, per superare questo difficile momento economico-sociale, come la volontà di introdurre una tassa patrimoniale (sottolineando le differenze tra quella “oggettiva”, che tocca i beni in sé e per sé considerati e quella “soggettiva”, che colpirebbe, appunto, chi possiede ingenti beni e capitali, cancellando così lo spauracchio che con la patrimoniale si tolga il diritto alla casa, come inconcludentemente afferma il centrodestra in Italia), la tobin tax, affinché a pagare l’intero disastro economico nazionale e mondiale, siano gli autori di tale situazione e non i “soliti noti”, come lavoratori dipendenti, pensionati, giovani, esodati e cassintegrati. L’economia tocca ogni punto della vita sociale umana, in particolar modo il lavoro, la salute e la dignità umana, non possiamo quindi permetterci di parlare di essa tanto per autoassolverci dal non averlo compiuto. L’ex presidente della Banca Mondiale, J. Wolfensohn, in diverse occasioni affermo che: “ Quando una metà della popolazione mondiale all’ora di pranzo guarda in tv l’altra metà che sta morendo di fame, la civiltà è giunta alla fine”. In questa prospettiva Sinistra Ecologia Libertà desidera creare una solida alleanza con le altre forze del centrosinistra, con i movimenti e con tutti i cittadini e tutte le cittadine, che, a gran voce, oggi, più che mai, reclamano giustizia sociale e maggiore tutela di diritti civili e di partecipazione politica.

Nel fine settimana, nonostante la sorpresa dell’acquazzone estivo, che ha colpito il ponente ligure nella serata di sabato, la festa è proseguita senza problemi, anzi, la boccata di aria fresca del dopo pioggia ha invitato molte persone, tra cui diversi giovani, a venire a trovarci per mangiare in compagnia e a ballare, con la brava orchestra de “I Riflessi”, che ha riscosso molto successo tra il pubblico.

Lo spirito con cui ogni anno ci accingiamo ad organizzare questo evento, ci spinge anche a considerare le problematiche di tutti coloro che vengono a trovarci. Quest’anno, a maggior ragione, abbiamo sfruttato questa occasione per ascoltare i problemi degli anziani e dei giovani, molti dei quali hanno, con grande spirito democratico, firmato la proposta di legge per il “Reddito minimo garantito”. Tra i tanti amici che ci hanno fatto visita, anche alcuni rappresentanti di Rifondazione Comunista e Partito Democratico, ai quali rinnoviamo il nostro ringraziamento.

Politica, per SEL, significa anche solidarietà. Sabato abbiamo ospitato i banchetti con i lavoretti, che i ragazzi della SPES creano nei laboratori e allo stesso tempo un buon riscontro ha ottenuto l’iniziativa di offrire gratuitamente libri di testo nuovi e non, che alcuni insegnanti del liceo di Ventimiglia “A. Aprosio”, hanno donato per questa occasione. Il ricavato delle offerte e i libri rimanenti saranno consegnati in questi giorni al Presidente della SPES, Luciano Codarri, da parte di una delegazione del circolo di Ventimiglia.

Un ringraziamento infine, lo rivolgo a nome del Circolo Comprensoriale Intemelio e come componente del direttivo provinciale, a tutte le compagne, a tutti i compagni (iniziando dal Coordinatore Provinciale Lucio Sardi), iscritti o simpatizzanti e agli amici che si sono resi disponibili e collaborativi nel corso delle tre sere, senza i quali non era possibile l’esito così positivo della festa. Il clima che si è creato aveva il profumo dell’umanità e dell’amicizia, sicuramente Vik (Vittorio Arrigoni), sarebbe stato contento, perché, alla fine, l’importante è “Restare umani”.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo